BANCHE ITALIANE: AUMENTATI DI 7 MILIARDI I CREDITI A RISCHIO

Sono aumentati di 7 miliardi di euro i crediti a rischio delle banche italiane negli ultimi 3 mesi; a tanto ammonta l’incremento dei crediti deteriorati lordi (che comprendono, oltre alle sofferenze, anche i crediti incagliati/ristrutturati e gli scaduti/sconfinanti) per le prime cinque banche italiane: UniCredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Ubi Banca e Banco Popolare.
Considerando che da sole queste 5 banche formano il 50% del totale del credito italiano, i numeri non sono belli; in percentuale l’incremento è del

27,5%. Consideando che i debiti in sofferenza sono rimasti stabili, quelli che sono aumentati sono quindi i crediti in ‘pre crisi‘, quelli, cioè che potrebbero ‘andare in crisi’ nei prossimi mesi, e questo non è una bella prospettiva per le banche italiane, e, considerando di come l’economia italiana dipenda dal credito delle Nostre banche c’è di che preoccuparsi, infatti le prevsioni per il 2009, a questo punto non possono essere che peggiori rispeto al già non bello 2008.
Fonte: Il Sole 24 h

BANCHE ITALIANE: AUMENTATI DI 7 MILIARDI I CREDITI A RISCHIOultima modifica: 2009-05-24T17:14:00+02:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento