INCENTIVI ELETTRODOMESTICI: CHI E COME

Venerdì il Governo, con un Consiglio dei Ministri a fatto un pacchetto anticrisi; sono incentivi per acquisti ‘ecologici’  per chi stà ristrutturando un fabbicato Si tratta di sconti fino a 2 mila euro per elettrodomestici bianchi (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, congelatori) e mobili d’arredo sotto forma di detrazioni fiscali legate alle ristrutturazioni domestiche.
Detrazioni pari al 20% delle spese sostenute fino ad un massimo di 10 mila euro. Ecco chi, e come, puo’ accedere alle agevolazioni previste dal decreto del governo.
I LIMITI. Per usufruire delle detrazioni occorre aver iniziato non prima del 1 luglio 2008 interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo su singole unita’ residenziali di qualsiasi categoria catastale.
Quanto a mobili ed elettrodomestici, si ha diritto all’agevolazione se l’acquisto e’ finalizzato all’arredo degli immobili ristrutturati e vale dalla data di entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2009. CHI RIGUARDA.
L’agevolazione per mobili ed elettrodomestici spetta ai contribuenti che gia’ fruiscono della detrazione Irpef del 36% per gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro e di risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia su singole unita’ residenziali.
Non riguarda quindi chi abita in un condominio che ha effettuato interventi sulle parti comuni. Lo sconto Irpef del 20% si estende anche ai familiari conviventi del proprietario o del titolare di un diritto reale sull’immobile agevolato. ELETTRODOMESTICI ‘BIANCHI’. Solo per i frigoriferi e solo nel caso si voglia usufruire delle due detrazioni del 20% Irpef si dovra’ provedere alla sostituzione del vecchio frigo con un apparecchio di classe energetica non inferiore ad A+. La sostituzione con un frigorifero ecologico infatti e’ richiesta solo per lo sconto Irpef introdotto dalla finanziaria 2007. Sconto prorogato fino al 2010 che prevede, appunto, la detrazione del 20% del costo sostenuto. La soglia massima dello sconto fiscale per ciascun apparecchio e’ di 200 euro. E nel costo totale agevolato, pari a mille euro, rientrano anche le spese di trasporto e per lo smaltimento del vecchio apparecchio.

INCENTIVI ELETTRODOMESTICI: CHI E COMEultima modifica: 2009-02-07T16:35:00+01:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “INCENTIVI ELETTRODOMESTICI: CHI E COME

Lascia un commento